Eventi 2017-10-26T16:33:06+00:00

Da venerdi 10 fino a domenica 12 la Cooperativa Canapa Campana sarà presente con un suo stand al “ Fa’ la cosa giusta” – la prima e la più grande fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili. La finalità della fiera è quella di far conoscere e diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione e di valorizzare le specificità e le eccellenze, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale locale.

“ La nostra adesione alla fiera “ fa’ la cosa giusta” non è solo l’acquisizione di uno stand ma sposare un progetto nelle sue finalità” afferma Francesco Mugione ispiratore della cooperativa e animatore a livello nazionale della ripresa della coltivazione della canapa”. “ A Milano non portiamo solo i nostri prodotti che sono riconosciuti come straordinari, ma portiamo lo storytelling di quei prodotti. Il territorio, la passione di riscoprire una coltura per vari decenni dimenticata sapendo coniugare la tradizione della cultura della canapa con la metodi moderni di raccolta e di estrazione dei semi della farina e dell’olio”.

“ Dicevamo – continua Muggione-  non solo uno stand ma sposare un progetto. I nostri prodotti non sono solo gusto e benessere, ma esprimono valori fondamentali che si incardinano nel senso della manifestazione : arricchimento della biodiversità, miglioramento della fertilità dei suoli, riduzione di input chimici e emissioni inquinanti. La nostra coltivazione e la trasformazione della canapa si ispira a criteri ecologicamente e socialmente sostenibili” .

Saremo a bologna con uno stand alla fiera Indica Sativa Trade
Per tre giorni Bologna torna ad essere la capitale della canapa, proprio come negli anni ’40 quando questa pianta rappresentava uno dei pilastri della nostra economia. Dal 12 al 14 maggio, all’Unipol Arena, andrà in scena l’Indica Sativa Trade, la fiera internazionale, giunta alla sua 5°edizione, dedicata proprio alla canapa. A spiegare i mille usi di questo prodotto ci saranno oltre 80 aziende da tutta Europa. Dall’abbigliamento al food, dalla medicina all’edilizia. Ma non solo, in programma ci sono anche una serie di incontri, dibattiti, corsi di formazioni e appuntamenti musicali, rigorosamente reggae. E ancora associazioni culturali, aree ristoro a tema, riviste di settore, case editrici, banchi informativi sugli aspetti normativi e terapeutici.